Riscaldare il corridoio: quattro motivi per cui farlo

riscaldare il corridoio

Una delle stanze più utili della casa è il corridoio: collega gli ambienti principali ed è uno spazio in cui si transita decine di volte al giorno. Eppure è spesso trascurato, sia a livello di arredamento, ma soprattutto quando si parla di riscaldamento. Il corridoio infatti è visto come una zona esclusivamente “di passaggio” (ci togliamo le scarpe, appendiamo il giubbotto o la borsa…), quando in realtà contribuisce ad aumentare l’accoglienza e il comfort della casa. Dunque è fondamentale che sia ben riscaldato.

Dunque rimuovere completamente i radiatori per risparmiare spazio non è un’ottima idea. Un corridoio senza termosifone tenderà a “rubare” il calore dalle altre stanze (come il salotto, la cucina, o in generale gli spazi più frequentati). Serve quindi riflettere su un modo per rendere questo ambiente caldo e confortevole.

Ecco quattro motivi per cui è necessario riscaldare il corridoio.

riscaldare il corridoio

Un termosifone in ghisa nel corridoio

Alcune ragioni per riscaldare il corridoio

Il primo motivo per cui è fondamentale riscaldare il corridoio, soprattutto se vicino all’ingresso (come avviene nella maggior parte delle case) è semplicemente perché contrasta l’ondata di freddo all’apertura della porta. Sembra banale, ma è una ragione di cui tenere conto: lo spazio più esposto alla corrente esterna è il più bisognoso di calore, ovvietà spesso trascurata da molti, che ritengono l’ingresso un semplice luogo di passaggio.

Inoltre, un’altra ragione per cui è importante riscaldare il corridoio è che le pareti interne possono diventare “dissipatori di calore” se non vengono riscaldate da entrambi i lati. Dunque se il corridoio è adiacente, per esempio, al soggiorno, riscaldare solo una delle due stanze è contro intuitivo, poiché l’energia termica emessa del salotto viene assorbita dalla parete fredda anziché rimanere nella stanza. Serve dunque che il calore sia costante in entrambi gli spazi, poiché le loro temperature sono inevitabilmente connesse.

riscaldare il corridoio

Radiatore in ghisa a tre colonne

Abbiamo poi già accennato al terzo motivo: i corridoi, le scale e i pianerottoli sono le arterie della casa. Per aiutarci a capirlo, è utile pensare a un edificio come al corpo umano: questi spazi servono a distribuire il calore in modo uniforme. Il caldo del piano inferiore, per esempio, può risalire attraverso l’immobile e filtrare nelle stanze adiacenti.

Infine, un’ultima ragione. Spesso il corridoio è il luogo in cui si trova il termostato, dunque se è freddo, questo strumento potrebbe fornire un risultato sbagliato e di conseguenza surriscaldare eccessivamente il resto della casa. Per favorire il corretto funzionamento del termostato, bisogna assicurarsi che percepisca la giusta temperatura dell’abitazione, anche in corridoio.

Related Posts

Leave a Reply

Contattaci!

Se queste ispirazioni ti sono state d’aiuto e vuoi rendere anche la tua casa più elegante, accogliente e funzionale grazie ai nostri radiatori, visita i prodotti o richiedi informazioni!

Recent Works

Caratteristiche di vulcan radiatore in ghisa
caratteristiche di Emmeline termosifone in ghisa
caratteristiche di grace radiatore in ghisa
caratteristiche di Mercury termosifone in ghisa
Emmeline radiatore in ghisa lifestyle
Emmeline radiatore in ghisa lifestyle
Grace radiatore in ghisa lifestyle
Come arredare casa con Mercury
mercury radiatore in ghisa lifestyle

Commenti recenti